Installare Node.js su Mac attraverso Homebrew





Guida all’installazione di Node.js su sistema OSX attraverso l’utilizzo di Homebrew.

Quello che oggi andremo a fare è installare Node.js su un sistema OSX affinché sia possibile utilizzare il repository NPM.

NPM non è altro che un repository di librerie, o moduli, scritti da terze parti per il linguaggio server-side Javascript. Il suo nome sta per Node Package Manager e per poterlo utilizzare abbiamo la necessità di installare un gestore di pacchetti software come Homebrew che ci semplifica l’installazione di pacchetti su sistemi operativi macOS.

Homebrew nasce nel 2009 da Max Howell come repository su GitHub. Ha immediatamente una forte espansione per la sua semplicità di utilizzo, tanto che nel 2012 ha il maggior numero di partecipanti al repository su GitHub.
Questo Package manager è scritto in Ruby e utilizza delle “formulae” per installare ciò di cui si ha bisogno.

Tra le formulae più conosciute ci sono “brew Install node”, “brew install mysql”, “brew install tomcat” e molte altre ancora, consultabili sul sito Braumeister.org.

Installare Homebrew

Il primo passo è quello di aprire il terminale.
La procedura, per chi fosse alle prime armi, è molto semplice:

– CMD + SPAZIO
– Digitare “Terminale”

A questo punto, seguendo quello che ci fornisce la guida sul sito di Homebrew,
copiare e incollare la seguente riga sulla finestra del terminale:



/usr/bin/ruby -e "$(curl -fsSL https://raw.githubusercontent.com/Homebrew/install/master/install)"

A questo punto lo script vi mostrerà quello che sta facendo e aspetterà un vostro consenso a proseguire.

Installazione Homebrew
Procedura di installazione Homebrew – attesa di un comando di “invio” da parte dell’utente

A questo punto non ci resta che attendere la procedura di installazione, dove molto dipenderà anche dalla vostra connessione.

Una volta concluso il processo di installazione, per voi sarà molto semplice verificare che l’installazione sia andata a buon fine:

  • “brew –version” per verificare la versione corrente sul nostro sistema
  • “brew update” per verificare che la nostra sia la versione più aggiornata
  • “brew doctor” per verificare che non ci sia nulla che non vada nell’installazione appena fatta

Ciò che adesso invece faremo, è installare Node.js attraverso il comando:



brew install node

In questo caso, come già accennato precedentemente, è possibile verificare le possibili formulae realizzabili con il comando brew sul sito Braumeister.

La procedura a questo punto è del tutto automatica e a noi basterà semplicemente verificare la corretta installazione di Node attraverso il comando



node -v

Vi rimando al video sul nostro canale YouTube in cui viene tutto mostrato passo passo.

 

Precedente Facebook: attenti, catena di sant'Antonio diffonde pericoloso virus Successivo Amazon di fantascienza: ecco il magazzino flottante